Aiutateci a riportare Jonathan a casa

Pubblicato il da Collettivo Immigrati Organizzati Torino

mariza-rid.jpgSerata di beneficenza per rimpatriare la salma del giovane Jonathan Davila in Perù

 

Vi ricordate Omar Jonathan  Davila? Di sicuro, no. Questo è il nome di un giovane di origini peruviane che ha occupato le pagine e gli schermi dell'informazione per qualche giorno prima di Natale.

Ucciso, la notte del 19 dicembre, da un suo coetaneo, Aveva attirato l'attenzione della stampa locale in cerca di “Baby gang”, di “Bario Kings” e cose di questo tipo... Quando si è capito che il caso Jonathan non aveva niente di “esotico”, che era solo uno dei tanti drammi che si consumano in mezzo ad una gioventù devastata dal culto del consumismo e della violenza; l'interesse è svanito e la famiglia è rimasta sola con il suo dolore.

Oggi, finite le procedure legali, la madre, la signora Mariza, si ritrova con la salma del figlio che vuole riportare a casa in Perù... ma non ha i soldi per farlo.

Mariza ha sempre lavorato come collaboratrice domestica. É arrivata in Italia tanti anni fa, sola, lasciando a casa due bambini piccoli insieme al padre e alla nonna. Ha lavorato duro per mantenere tutti quanti. Quando nel 2006 è riuscita finalmente a portare i suoi figli vicino a lei, con la speranza di costruirgli un futuro migliore, erano ormai adolescenti. Ma questa speranza, per quanto riguarda Jonathan, è svanita presto e la gioia di vivere insieme a lui è durata ben poco.

Oggi, La signora Mariza ha bisogno di 8.000 euro per portare il figlio e seppellirlo in presenza del suo padre, di sua nonna che l'ha cresciuto per anni, in presenza di amici e parenti.

 

Lanciamo questo appello per aiutare questa famiglia a riunirsi e poter dare l'ultimo abbraccio al figlio che in vita non hanno sempre avuto modo di abbracciare.

8.000 euro, a qualcuno possono sembrare poche, ma per una collaboratrice domestica con famiglia a carico sono una somma irraggiungibile, ma se ci mettiamo in tanti, si può fare.

 

Serata di beneficenza Venerdì 21 gennaio ore 19.30

Luogo: Circolo arci Caffé Neruda. via Errico giachino,28/e.

 

Chi Non può venire al Caffé Neruda può contribuire inviando alla madre:

 

1. Un mandato postale

Nome: Mariza Hicena

Cognome: Rios Perez

residente a Torino in Via Airasca 5.

 

2. Oppure via bonifico

CODICE  BIC SWIFT UNCRITM1AA6

Banca: UniCredit Banca

Agenzia Torino Pollenzo     (08006)

Intestazione: Mariza Hicena Rios Perez

Paese        IT

CIN EU      61

ABI             02008

CAB          01106

N.C/C       000020060234

 

 

Per in formazioni:

Mariza: 328/4763181 .

Blerina: 3932027657

Con tag Eventi

Commenta il post