Appello per una assemblea contro i razzismi, le discriminazioni e per i diritti di tutti.

Pubblicato il da Collettivo Immigrati Organizzati Torino

I recenti eventi che hanno riguardato i richiedenti asilo di Via Asti, le migliaia di persone coinvolte nella “sanatoria truffa” e le persecuzioni nei confronti dei Rom ci hanno dimostrato almeno due cose.

 

Da una parte il disinteresse di chi ha la responsabilità di dare risposte a chi è senza casa, senza risorse...

 

Dall'altra, vista la risposta debole e solitaria delle sole vittime di queste discriminazioni, ci fa vedere che chi si occupa di diritti non è stato in grado di imporre un dialogo serio e costruttivo su questa questione e su varie altre.

 

La causa? È perché siamo divisi? Forse un po' assopiti? Comunque poco attenti al territorio e poco reattivi a ciò che ci succede. Bisogna dirlo.

 

I movimenti per i diritti hanno avuto l'anno scorso una stagione piena di eventi e di lotte. Ma l'anno che sta iniziando si annuncia ancora più duro. In vista di possibili elezioni anticipate già alcuni esponenti del governo e i media al loro servizio, facendo eco all'odiosa campagna di demagogia e di razzismo orchestrata dal presidente della repubblica francese, cominciano a premere per spostare l'attenzione del pubblico dai problemi veri del paese e del mondo verso i soliti meccanismi di capro espiatorio ai danni dei migranti e dei Rom. Meccanismi che consociamo troppo bene per averli vissuti varie volte.

 

Finora abbiamo riflettuto, ci siamo organizzati, abbiamo lottato, qualche volta insieme, altre, più numerose, ognuno da solo. Le sfide che ci aspettano ci impongono di rimetterci a riflettere e a agire uniti.

 

A questo scopo invitiamo quelli che lottano contro i razzismi, i militarismi, il sessismo, l'omofobia, i militanti per i diritti e per l'uguaglianza, i movimenti di migranti, il movimento LGBTTQ, le reti antirazziste e antifasciste, tutti quelli che vogliono contribuire ad evitare l'ennesima guerra tra poveri a partecipare ad un incontro per riflettere e esplorare possibilità di azioni comuni.

 

Partendo dalla riflessione su questi recenti eventi e discorsi preoccupanti del governo e dei media proponiamo di lavorare alla costruzione di un programma di azioni e di eventi atti ad imporre un discorso serio e costruttivo sulle questioni dei razzismi, delle discriminazioni e dei diritti fondamentali.

 

 

L'appuntamento è ai Bagni pubblici di Via Agliè (Via Agliè, 9 10154 Torino)

 

il giorno 4 ottobre 2010 alle ore 20

Con tag Eventi

Commenta il post

ivana nannini 09/29/2010 00:16


segnalo il giornale sito Terra ( ci collaora pure didier fassin!! EHESS) e il loro forum sui rifugiati- per info scrivere a direction@forumrefugies.org
ciau ivana