In migliaia contro la sanatoria truffa a roma

Pubblicato il da Collettivo Immigrati Organizzati Torino

Fonte: www.redattoresociale.it

Corteo partito da piazza della Repubblica a Roma. I manifestanti chiedono una “vera sanatoria per tutti”. Wagne: “Circa 100 mila casi tra chi ha pagato fino a 3 mila euro e altri con lavoro regolare a cui le questure hanno bloccato il permesso” ROMA – Duemila immigrati da tutta Italia in strada protestano contro la sanatoria truffa. E’ appena partito da piazza della Repubblica il corteo organizzato dai lavoratori stranieri di diverse nazionalità: Sri Lanka, Bangladesh, Senegal, Nigeria e altri stati dell’Africa sub-sahariana. I manifestanti si dirigono verso piazza dell’Esquilino per protestare davanti al Viminale chiedendo una “vera sanatoria per tutti”. Tra le sigle presenti la Confederazione unitaria di base Cub e l’Unione sindacale di Base, il Comitato immigrati in Italia, il Coordinamento migranti di Verona, l’associazione Duumchatu e l’associazione senegalese di Roma e Lazio. Durante il sit in piazza della Repubblica gli immigrati hanno portato le testimonianze di stranieri sfruttati con la sanatoria: “Lo Stato è complice di questa sanatoria-truffa – afferma Moustapha Wagne, del Coordinamento migranti verona, senegalese in Italia dal 1990 – Ci sono circa 100 mila casi in tutta Italia tra coloro che sono finiti nelle mani della crimininalità perché hanno pagata 3 mila euro pensando di trovare un lavoro ma non era vero e altri che hanno un lavoro regolare ma le questure hanno bloccato i loro permessi”. Il problema sollevato con la manifestazione di oggi riguarda appunto questi casi relativi alla sanatoria di un anno fa per colf e badanti. “C’è una circolare ministeriale che ha bloccato il rilascio del permesso per chi pur essendo in regola con la sanatoria aveva già avuto il foglio di via – spiega Wagne – . Una circolare ministeriale non può sostituire una legge, tanti avvocati hanno vinto il ricorso al Tar, ma si aspetta la decisione del Consiglio di Stato. Nel frattempo questi lavoratori stranieri stanno pagando regolarmente i contributi”. Gli organizzatori hanno reso noto che in contemporanea sono in corso sit in davanti alle prefetture a Milano e a Brescia per protestare contro la sanatoria, il ricatto del lavoro nero e della clandestinità.

Con tag Eventi

Commenta il post